BOOKCITY

benedetti

15 lug BOOKCITY

Ore 17.00 – Presentazione del libro LA SPERANZA È UN FARMACO

Tutti noi speriamo in qualcosa. Ma il malato spera più di ogni altro. E sono le parole il mezzo più importante per infondere speranza: parole empatiche, di conforto, fiducia, motivazione. Oggi la scienza ci dice che le parole sono delle potenti frecce che colpiscono precisi bersagli nel cervello, e questi bersagli sono gli stessi dei farmaci che la medicina usa nella routine clinica. Le parole innescano gli stessi meccanismi dei farmaci, e in questo modo si trasformano da suoni e simboli astratti in vere e proprie armi che modificano il cervello e il corpo di chi soffre. È questo il concetto chiave che sta emergendo, e recenti scoperte lo dimostrano: le parole attivano le stesse vie biochimiche di farmaci come la morfina e l’aspirina. Uno scenario innovativo in cui le parole di speranza, ingrediente cruciale di ogni terapia, diventano parte integrante della pratica medica.

Fabrizio Benedetti è professore ordinario di Neurofisiologia all’Università di Torino, dirige la Medicina dell’Ipossia di Plateau Rosà (Switzerland) ed è Senior Advisor alla Harvard University, Cambridge (USA). È autore di Placebo Effects (Oxford, 2nd Edition, 2014), che ha ricevuto il Premio Medical Books Award della British Medical Association, e del libro The Patient’s Brain (Oxford 2010). La sua attività di ricerca riguarda l’effetto placebo e nocebo, di cui ha identificato i principali meccanismi in diverse patologie, e di cui ne racconta la storia nel libro divulgativo La speranza è un farmaco (Mondadori, 2018).

Durata: 1 ora
Clicca qui per prenotare.
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.